Smart Water Navigator Ecolab:
un piano d'azione pratico per una migliore gestione dell'acqua.

  1. Pagina iniziale
  2. Scopri lo Smart Water Navigator di Ecolab

La scarsità idrica è una minaccia crescente per le aziende. Tuttavia, con lo Smart Water Navigator di Ecolab le aziende possono costruire resilienza e una crescita accelerata, stabilimento per stabilimento.

Lo Smart Water Navigator di Ecolab è un piano d'azione pratico per una migliore gestione dell'acqua in un'era in cui le risorse idriche sono più scarse che mai. Sulla base di una semplice valutazione con 13 domande, le aziende saranno in grado di vedere esattamente come si comportano i loro singoli stabilimenti riguardo la gestione dell'acqua. Lo Smart Water Navigator fornisce anche una guida personalizzata per ogni singolo stabilimento, con una serie di azioni specifiche per migliorare le pratiche di gestione dell'acqua.

Il nuovo strumento online, lanciato il 14 marzo a New York, è gratuito e pubblicamente disponibile all'indirizzo  www.smartwaternavigator.com Può essere utilizzato da qualsiasi azienda, indipendentemente dal settore, sia che gestisca un unico stabilimento sia che ne controlli centinaia, e aiuterà le aziende a risparmiare acqua e denaro.

"Le Nazioni Unite prevedono che, se non agiremo presto, entro il 2030 avremo un deficit di acqua dolce del 40%", ha detto Emilio Tenuta, VP di Ecolab per la sostenibilità aziendale. "È tempo che le aziende si assicurino che i loro siti in tutto il mondo siano pronti. Allo stesso tempo, agendo su larga scala, contribuiremo a prevenire una crisi idrica in modo graduale".

Smart Water Navigator

Molte aziende hanno obiettivi di riduzione dell'acqua, ma non sanno come raggiungerli con esattezza. Ecco perché Ecolab ha creato lo Smart Water Navigator, uno strumento gratuito online pubblicamente disponibile, che aiuterà le aziende a risparmiare acqua e denaro allo stesso tempo.

- Doug Baker, Chairman e CEO di Ecolab.

"Le Nazioni Unite prevedono che, se non agiremo presto, entro il 2030 vivremo un deficit di acqua dolce del  40%. È tempo che le aziende si assicurino che i loro siti in tutto il mondo siano pronti." - Emilio Tenuta, VP di Ecolab per la sostenibilità aziendale.

Diventare water-smart

Con la crescita economica e demografica e i cambiamenti climatici che contribuiscono a limitare le risorse, la scarsità d'acqua è un problema globale. Tuttavia, dato che ogni luogo e bacino idrografico è un caso a sé, le soluzioni devono essere locali.

Ed è questo il concetto che molti utenti delle risorse idriche aziendali non prendono in considerazione. Un numero crescente di essi ha obiettivi di riduzione dell'acqua, ma il più delle volte le buone intenzioni non riescono a produrre risultati reali sul campo. Vi è poca collaborazione tra la sede centrale dell'aziende e i singoli stabilimenti, dove
i site manager e i loro team non hanno una chiara direzione, competenze e strumenti per ridurre il consumo idrico delle loro strutture.

Lo Smart Water Navigator mira a risolvere questo problema concentrandosi sulle singole strutture e offrendo soluzioni su misura per ogni luogo specifico. Utilizzando una dashboard aziendale, gli utenti possono ordinare le loro strutture
in base alla posizione geografica, al livello di stress idrico e alle attuali prestazioni di gestione dell'acqua. In questo modo è più facile dare priorità ai siti vulnerabili e destinare i pochi dollari investiti laddove fanno la differenza maggiore.

Ogni impianto è posizionato sulla curva di maturità dell'acqua, che visualizza lo stato della gestione dell'acqua
in quattro livelli di facile comprensione. Uno stabilimento all'inizio del suo viaggio è "Non sfruttato". Gli stabilimenti già maturi, invece, sono "water-smart."

Utilizzando la guida su misura per il proprio stabilimento, i site manager possono adottare le misure appropriate per passare al livello successivo della curva di maturità dell'acqua. Ciò può includere l'assegnazione di chiare responsabilità per la gestione dell'acqua, individuare gli obiettivi del sito, instaurare una più stretta collaborazione
sui problemi idrici con la comunità circostante e adottare pratiche migliori, che vanno dalla riparazione delle perdite
e l'interruzione dell'alimentazione dell'acqua durante il fine settimana all'installazione di contatori del consumo idrico intelligenti collegati a Internet e sofisticati sistemi di recupero dell'acqua.

Impatti ridotti, rendimenti più elevati

Man mano che uno stabilimento aumenta di livello nella curva di maturità dell'acqua, i benefici crescono di pari passo. "Ridurre il consumo di risorse idriche è necessario a causa della crescente scarsità d'acqua, ma anche non tenendo costo di quest'ultimo aspetto, farlo è comunque un bene per gli affari", ha detto Emilio Tenuta. "Risparmierete denaro, lavorerete in modo più efficiente e diventerete più produttivi."

Dato che l'acqua è pesante e deve essere pompata, riscaldata, raffreddata e trattata per l'uso commerciale, il risparmio economico non deriva solo dalla riduzione delle bollette dell'acqua, ma anche da un minore consumo energetico. Ciò significa che il risparmio idrico contribuisce anche al raggiungimento degli obiettivi climatici, perché l'uso di meno energia porta a una riduzione delle emissioni di gas serra.

In un mondo in cui la scarsità d'acqua è la nuova normalità, anche gli utenti aziendali trarranno benefici in termini
di reputazione grazie a una gestione più intelligente dell'acqua. Ridurranno il loro impatto sulle comunità locali
e, lavorando a stretto contatto con la comunità locale per la gestione dell'acqua, otterranno rispetto come buoni cittadini d'impresa.

Dato che lo Smart Water Navigator aiuta le aziende a concentrare i loro sforzi nel ridurre i consumi idrici
negli stabilimenti delle regioni più soggette a stress idrico, faranno la loro parte anche per battere il deficit idrico del 40% che si prevede possa avvenire entro il 2030. Questo deve accadere a livello locale, perché un gallone d'acqua risparmiato in un luogo ricco d'acqua non produce gli stessi risultati positivi di quello risparmiato in un luogo con stress idrico.

"Infine, tali aspetti non possono essere visti come problemi separati", ha detto Tenuta. "Nessuno vuole finire in uno scenario in cui le imprese sono in contrasto con le loro comunità perché tutti sono in competizione per le stesse risorse idriche. Vogliamo fare in modo che le aziende possano continuare a crescere e a creare ricchezza in un mondo
più povero d'acqua, ma allo stesso tempo ogni azienda vuole contribuire a un obiettivo superiore: avere acqua pulita a prezzi accessibili per tutti coloro che vivono su questo pianeta."

Visualizza tutte le storieVai allo Smart Water NavigatorScopri di più

Storie correlate

I visitatori che hanno letto questa storia hanno visualizzato anche

Our search returned no results.