1. Pagina iniziale
  2. 5 lezioni chiave apprese dal 2020 per creare un futuro migliore

5 lezioni chiave apprese dal 2020 per creare un futuro migliore

Ecolab continua la sua missione di contribuire a rendere il mondo un posto migliore.  Il CEO Christophe Beck riflette su cinque lezioni chiave apprese nell'ultimo anno che contribuiranno a plasmare il modo in cui affronteremo i prossimi 12 mesi e i periodi successivi.

Christoph Beck in Ecolab Lobby

Lo scorso ottobre abbiamo creato un video che rende omaggio al modo in cui il team di Ecolab ha alzato l'asticella durante la pandemia.    Rivedendo il video, mi sono sentito ancora più orgoglioso di quanto fatto dal nostro team per aiutare i nostri clienti di tutto il mondo a offrire un'assistenza sanitaria sicura, garantendo la disponibilità di beni e servizi essenziali.  Ci è voluto moltissimo lavoro e ingegno e un impegno irremovibile per tutelare la sicurezza mentre facevamo la nostra parte nella lotta alla pandemia.

La distribuzione dei vaccini è iniziata, accompagnata dalla speranza di iniziare a vedere la fine di questa crisi della sanità pubblica mondiale.   Tuttavia, pur sapendo che saremo tutti molto felici di poter tornare a una certa normalità, spero che ricorderemo cosa abbiamo appreso da questa esperienza.  Per me, le lezioni chiave sono cinque:

1. Le persone che lavorano dietro le quinte sono degli eroi.
Lo sono sempre stati, ma ora sappiamo quanto dipendiamo dal lavoro essenziale che svolgono.  I lavoratori dei ristoranti, gli assistenti delle case di cura, gli addetti alla pulizia degli hotel, i commessi degli alimentari, sono loro che si occupano della pulizia dei prodotti e della nostra sicurezza.  Ci sono stati per tutta la pandemia, spesso assumendosi rischi personali per servire il pubblico.  E non posso dimenticare i nostri eroi in prima linea, i collaboratori delle nostre strutture e quelli che continuano a fornire servizi ai nostri clienti in sicurezza.  Siamo orgogliosi di supportarli e non possiamo non sorprenderci dinanzi alla loro dedizione.

2. Un virus può colpire ovunque, ma il suo impatto è maggiore sulle comunità emarginate.
Sebbene molti considerino il COVID-19 un grande "equilibratore", in quanto in grado di infettare chiunque, la realtà è che la pandemia ha esacerbato e messo in luce disuguaglianze di lunga data.  Ad esempio, negli Stati Uniti è tra gli americani di colore che si registrano i più alti tassi di mortalità complessivi legati al COVID-19, tassi più del doppio superiori a quelli degli americani bianchi, secondo l'APM Research Lab. Ciò è dovuto alle significative disparità nell'assistenza sanitaria, nel reddito, nell'impiego, nell'alimentazione e nella sicurezza degli alloggi.  Oltre a stimolare migliori pratiche di salute pubblica, la pandemia ha reso evidente che dobbiamo fare di più per combattere attivamente l'ingiustizia sociale ed etnica nelle nostre comunità.  Come azienda, ci impegniamo fortemente nell'agire sia internamente che esternamente e vedrete che questo resterà un nostro obiettivo continuo.

3. I segnali di avvertimento non devono essere ignorati.
Per anni gli scienziati ci hanno avvisato di un'altra pandemia globale e non li abbiamo presi abbastanza sul serio.  Abbiamo combattuto MERS, H1N1 e SARS e abbiamo voltato pagina.   Diciamocelo chiaramente: la società non era preparata all'arrivo del SARS-CoV-2 e, specialmente nei primi mesi, abbiamo annaspato.  Sappiamo che ci saranno altre pandemie nel futuro; sappiamo anche che dobbiamo affrontare altre grandi minacce, come la scarsità d'acqua e il cambiamento climatico.  La pandemia dovrebbe insegnarci l'importanza di agire collettivamente ora per arginare questi rischi noti, per prevenire calamità ancora maggiori per le persone e il pianeta.

4. La necessità è madre dell'invenzione.
Prima della pandemia Ecolab stava passando alla tecnologia digitale, ma una volta scoppiata, abbiamo perseguito attivamente soluzioni ancor più virtuali, mettendole in campo a ritmi più serrati.  I nostri strumenti digitali sono ora utilizzati per ispezionare, per la risoluzione dei problemi e per installare sistemi da remoto, nonché per mobilitare team di esperti che vivono in sedi diverse.  L'assistenza degli esperti Ecolab, che da sempre deve essere programmata con fino a sei settimane di anticipo, ora può essere offerta da remoto in meno di cinque giorni.  Come conseguenza dell'aver imparato come applicare la tecnologia digitale, stiamo servendo meglio i nostri clienti, proteggendo la salute dei nostri dipendenti e trasferendo conoscenze ai nostri team sul campo in modo ancora più efficace.  Abbiamo imparato che possiamo adottare nuove tecnologie rapidamente e che dobbiamo continuare a farlo.

5.  Le persone sono straordinariamente resilienti.
Abbiamo imparato a lavorare da casa, a gestire le visite mediche online, a collaborare nelle riunioni online, a festeggiare virtualmente e persino a usare Zoom con la nonna.  Facciamo tesoro di quanto imparato su come adattarci di fronte agli ostacoli e troviamo nuovi modi di risolvere i grandi problemi che il mondo sta affrontando.  Ho assistito alla straordinaria resilienza del nostro team Ecolab, dei nostri clienti e della società in generale e sono ottimista sul fatto che quanto abbiamo imparato da questa devastante esperienza con il COVID-19 possa aiutarci tutti a rendere il mondo un posto migliore.  

L'autore

Christophe Beck

Christophe Beck

President e CEO

Articoli correlati